Non studio mai una foto, la scatto e basta!

Tu sei qui

Differenze tra un fotografo matrimonialista classico e un fotoreporter matrimonio

fotoreporter matrimonio
Giovedì, 15 Novembre, 2018

La scelta di un fotografo di nozzeMilano come altrove a cui dare mandato per creare l' album di nozze rappresenta uno step inevitabile per tutti gli sposi che desiderano rivivere i momenti e le emozioni del giorno del matrimonio.

Gli album fotografici del matrimonio di qualche decennio fa mostravano fotogrammi di parenti e amici sorridenti, tutti rigorosamente rivolti verso l'obiettivo con posture fiere ed espressioni felici.

Lo stile delle fotografie classiche tradiva un lavoro fatto di tecnica, indicazioni e imposizioni sociali: gli sposi si prestavano alle necessità dell'esperto e il fotografo documentava le azioni dei neo sposi e degli ospiti.

Questo genere di stile poneva al centro dell'attenzione la fotografia stessa, dividendo addirittura i ritratti degli sposi in pose statiche e le foto di gruppo con diverse angolazioni.

La moderna formula “fotoreportage” di matrimonio rappresenta l'evoluzione delle immagini ferme e degli scatti standard in quanto capace di raccontare le situazioni e gli eventi, contestualizzare il tutto nel luogo in cui si sono originate e far leva su un approccio più ampio e creativo che non tiene conto di pose e vincoli.

Una nuova fotografia di matrimonio

Il fotografo matrimonialista si trasforma in fotoreporter di matrimonio che coniuga l'impronta documentativa tipica del reportage giornalistico e le immagini spontanee e fresche del giorno delle nozze.

Il passaggio da una foto standard al fotoreportage di nozze è collegato senza dubbio al fattore tecnologico (cambiamento dalla fotografia a pellicola alle macchine digitali), un'evoluzione che mantiene la prerogativa del contatto con un fotografo professionista.

Ogni scatto effettuato da un esperto dell'obiettivo senza invadenza non può essere paragonato o sostituito con una serie di immagini e selfie scattati da amici e parenti.

L'elemento “naturalezza” non deve essere associato al concetto del “fai da te” nella misura in cui gli scatti effettuati in assenza di pose nascondono una grande preparazione tecnica e una grande esperienza nel settore.